Consigli medici gratuiti su salute mentale, psicologia, disturbi della personalità, relazioni interpersonali, stress, depressione, problemi emotivi, ansia, abuso di sostanze, abusi sessuali, tipologie di malattia mentale, ecc...
Pagina iniziale Cerca Categorie Discussioni Consigli Personalizzati Nuovi Login/logout Area privata

Consigli on-line gratuiti di medici psicologi

Picture of happy people
Risposte a più di 500 domande su psicologia, salute mentale e relazioni interpersonali, scritte da un gruppo di esperti nominati dalla Commissione Europea.

Linguaggio naturale domande e risposte
Inserisci una semplice domanda in una sola frase: More info
 Categorie
  Dipendenze Vita salutare Psicoterapia
ADHD Instabilità Relaz. interpersonali
Anoressia Vita quotidiana Sesso
Ansia Alternanza dell'umore Problemi del sonno
Bulimia Obesità Sintomi da stress
Disturbi dei bambini Fobie Problemi sul lavoro
Depressione Psicofarmaci Altro......
Tutte le risposte
All menus All answers More......

RECENT DISCUSSIONS
11 Jun 14:09
Feeling so much lazy, tired and sleepy
17 Jul 06:22
Re: Feeling so much lazy, tired and sleepy
17 Jul 06:25
Stress
07 Aug 14:12
Trying to get to dleep
Langu-
ages
German flag
Deutsch
English flag
English
Greek flag
Farsi
Greek flag
Greek
Italian flag
Italiano
Polish flag
Polski
Finnish flag
Suomi
Russian flag
Russian
Swedish flag
Svenska
Attenzione:I documenti contenuti in questo sito Web sono solo a livello informativo. Il materiale non deve essere inteso come sostituto di una visita medica specialistica. Il materiale in questo sito web non può e non deve essere usato come base per una diagnosi o per scegliere un trattamento. Se trovi qualche cosa che potrebbe essere errata o inesatta scrivi a
Pagina iniziale Cerca Categorie Discussioni Consigli Personalizzati Nuovi Login/logout Area privata

Cos'é Web4Health | Contattaci | Medici ed esperti | Comunità in rete | Unisciti a noi | La tua privacy | Regole

Copyright 2003-2013 Web4Health. Lo scopo di Web4Health è quello di fornire utili e gratuiti informazioni mediche, aiuto e pratiche di auto-aiuto in aree quali salute mentale, psicologia, disturbi della personalità, relazioni interpersonali, stress, ansia, depressione, problemi emotivi, abusi sessuali, abuso di sostanze, tipi di malattie mentali, ecc...

Qui sotto è riportato un esempio prelevato dal nostro archivio. Questo esempio è sostituito automaticamente due volte ogni ora.


Vomito autoindotto per sbarazzarsi del cibo

Autore: Dr. Fabio Piccini, medico e psicoterapeuta junghiano (AIPA), responsabile del Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia presso la Casa di Cura ”Malatesta Novello” di Cesena (FC) e webmaster del sito www.anoressia-bulimia.it. E-mail:

Versione iniziale: 11 set 2002. Ultimo aggiornamento: 16 giu 2003.

Molte persone che soffrono di disturbi alimentari si provocano il vomito per limitare l'assorbimento di calorie, si sottopongono a diete rigorose e ad un eccessivo esercizio fisico.

La pratica del vomito è seguita dalla maggior parte delle persone che soffrono di Bulimia Nervosa e dalla metà di quelle che soffrono di Anoressia Nervosa, mentre è solitamente assente nei pazienti che soffrono di disturbi dell'alimentazione incontrollata.

Il vomito è una tecnica di controllo del peso che è piuttosto diffusa fra le donne che hanno un'età compresa tra i 15 e i 35 anni, anche se non soffrono di disturbi alimentari. Gli studi effettuati in Europa e negli USA hanno sottolineato il fatto che approssimativamente il 10% delle donne in questa fasciadi età dichiarano di provocarsi occasionalmente il vomito ed un 2% dichiara di indursi il vomito una più volte alla settimana.

Il vomito viene provocato manualmente o stimolando meccanicamente (con posate, bastoncini, con lo spazzolino da denti, con l'abbassalingua) la gola e la zona dietro la lingua, bevendo grandi quantitativi di bevande frizzanti, comprimendo gli addominali manualmente o con differenti oggetti.

In questo modo i pazienti credono di eliminare quasi tutti gli effetti negativi del cibo sull'aumento di peso, in realtà studi recenti effettuati a Pittsburgh (USA) hanno dimostrato che con il vomito si eliminano approssimativamente il 50% delle calorie ingerite tuttavia, quando un paziente vomita dopo aver ingerito un alto contenuto calorico assimila, malgrado il vomito, una quantità di calorie uguali a quelle contenute in un pasto abbondante.

Il vomito ha effetti molto dannosi sui pazienti che soffrono di disturbi alimentari ed è stato notato che quando un paziente con una patologia alimentare comincia a indursi il vomito, il numero di abbuffate comincia ad aumentare incredibilmente perché il paziente crede di aver trovato un magico rimedio che gli permetta di mangiare cosa desidera senza rischiare di ingrassare.

Fonti, referenze

 
Advertisements:

Non-Google Advertisements: